Nostalgia TV

Cercando tutt’altro (una edizione del TG2) mi sono accorto che su Youtube c’e’ una interessantissima raccolta di sigle televisive vecchie, alcune veramente rare, come ad esempio questa, la fine delle trasmissioni RAI.

Mi ricordo che da bimbo (è durata fino almeno alla fine degli anni ’70) questa sigla mi metteva un’ansia tremenda e ricordo anche che avevo degli incubi abbastanza ricorrenti in cui questa sigla, in qualche modo, aveva un ruolo di primo piano.

 

Passando invece a qualcosa di meno inquetante, ma non per questo meno evocativo, ricordo perfettamente la sigla di Quark, che andava in onda in tarda serata e di cui non mi perdevo una puntata, soprattutto della prima edizione. Ma sono sempre stato appassionato di divulgazione scientifica televisiva, fin quando era una cosa seria: in quel senso Piero Angela è stato ed è tuttora un “mostro sacro” di una professionalità ed un rigore veramente inarrivabili. Il figlio Alberto ne è un degno erede.

 

Purtroppo non riesco a trovare quella di “Quark” più vecchia di questa, con le sequenze in computer grafica diverse, più lunghe e montate in maniera differente.

E peccato che la divulgazione scientifica in TV è diventata quella cavolata di Voyager.

Manifestazione….

Cioè, si fa per dire.

 corteo tascabile

Oggi c’erano circa 20 persone che manifestavano davanti alla sede RAI di Milano. Ce l’avevano col TG1 che secondo loro è “servo di quel pagliaccio di Arcore” o qualcosa del genere.

Si lamentavano anche (uno, invero, che sbraitava con un megafono e aveva la claque di BEN CINQUE persone) che “avevano fatto fuori Montanelli” e “avevano fatto fuori Biagi il numero uno” e che “avrebbero fatto fuori anche chi parlava”.

Ora, io dico che Montanelli si sta rivoltando nella tomba, e che quello che parla è uno che conta poco. Tutti quelli che vogliono darsi importanza escono con queste frasi.

Sicuramente domani scriveranno sui blog della cosiddetta informazione indipendente (ma MAI imparziale) diranno che in manifestazione c’erano centinaia di persone. Io dico di no.

Giacobbo SA

… dove si trova il centro dell’universo!

“Nel 2012 la Terra ed il Sole si troveranno allineati al centro dell’universo”.

Cosa significhi questa frase….. non lo sapremo MAI.

E sarebbe un programma scientifico? Se consideriamo dire cavolate a nastro una scienza, decisamente SI. E paghiamo il canone per vedere queste idiozie.

Interface*

Per una volta non parliamo di bufale ma di un argomento che non affronto da un pò: i giochi di ruolo.

Da un paio d’anni, insieme ad un gruppo di amici abbiamo iniziato un progetto piuttosto ambizioso, per il panorama ludico italiano: dare vita ad una associazione per organizzare eventi di gioco di ruolo dal vivo. Abbiamo avuto già i nostri alti e bassi, eravamo partiti in grande, forse troppo; fortunatamente ce ne siamo resi conto e abbiamo tirato i remi in barca, come si dice. ridimensionandoci prima che fosse tardi e rimanendo con un solo progetto all’attivo.

Purtroppo abbiamo dovuto fare una scelta, e la nostra scelta è caduta (per vari motivi di cui non è questa la sede per parlare) sulla fantascienza, e più esattamente sul Cyberpunk.

Abbiamo creato Interface*, una campagna di gioco di ruolo dal vivo di ambientazione cyberpunk originale ed un regolamento abbastanza “classico” per il tipo di gioco, vagamente ispirato a quello di Lorien Trust e del Gathering inglese. Ci siamo inventati un mondo in cui la tecnologia è invasiva e pervasiva e gli interessi economici delle Corporation (anzi delle Megacorporazioni, per restare sul pezzo) la fanno da padrona sui singoli e sulla società intera. Un mondo in cui la Rete è talmente ubiqua che ci si può entrare quasi fisicamente. E un mondo in cui ho infilato anche i complottisti e tutto il sottobosco di leggende urbane che li accompagna.

Spero di aver incuriosito i miei due lettori… sul sito trovate ulteriori dettagli e tutto quanto vi serve, se vorrete, per giocare.