Tron Uprising la serie TV

Incuriosito da un post molto positivo del Dottor Manhattan mi sono procurato questa serie TV, tratta dal noto franchise Disney.

locandina della soundtrack – Fonte Wikipedia

Beh, secondo me è quello che sarebbe dovuto essere Tron Legacy se ci avessero pensato su. In brevissimo, e per non fare spoiler, la serie si svolge nello stesso mondo di Tron e Tron Legacy, ed ha come protagonista un programma che si ribella alla dittatura di Clu, l’alterego elettronico di Flynn che ha ormai preso una personalità autonoma.

La serie è realizzata completamente in computergrafica (e ci mancherebbe) con uno stile simile al “cel shading” del vecchio gioco XIII..

Non vi dico altro. Guardatevela che merita.

Porco Rosso: non ditelo a Straker

Se gli fate vedere questo capolavoro dell’animazione ci scrive un articolo demenziale.

Sto parlando di “Porco Rosso”, in originale “Kurenai no buta” di Hayao Miyazaki, film d’animazione del 1992.  Gli aerei sono una delle passioni del regista, insieme all’italia del primo novecento e nel film ci sono entrambe; è ambientato in Italia ed il protagonista di questo anime è Marco Pagot, un maiale(!) pilota di idrovolanti. Non vi racconterò dettagli sulla trama se non che ad un certo punto si svolge un duello aereo, e vediamo questa sequenza:

Addirittura uno dei personaggi commenta “guardate, il maiale fa scie di condensa!”. Nel 1992. Anche lo Studio Ghibli parte del complotto?

Ah, il film è un capolavoro, non può mancare nella videoteca di chiunque ami l’animazione. Lo trovate in edizione ultra economica a cura della Lucky Red insieme agli altri film dello Studio Ghibli. Il prossimo acqisto sarà sicuramente “il mio vicino Totoro”.

Flashpoint cita Ghost in the shell – S.A.C.

Beh, cita. Francamente ho delle difficoltà a definire citazione quella che hanno fatto gli sceneggiatori della quarta stagione del telefilm poliziesco canadese Flashpoint.

Andiamo con ordine, almeno cronologico. La citazione viene direttamente da un anime, Ghost in the Shell – Stand Alone Complex, andato in onda tra il 2002 ed il 2003: si riferisce precisamente ad uno degli “antagonisti” dei personaggi di cui si raccontano le vicende, un hacker conosciuto col nome di Laughing Man (Uomo che ride). Nell’anime l’Uomo che Ride mette in atto diversi attentati ai danni di dirigenti di alcune grosse corporazioni, produttrici di nano-macchine e impianti cyborg; per non essere riconosciuto è sempre intabarrato in un vecchio cappotto con sciarpa e cappuccio a celarne il viso. L’Uomo che Ride poi altera i segnali gli impianti di videosorveglianza e quelli cyber-ottici dei poliziotti (nel futuro ipotizzato dalla serie fantascientifica infatti, le protesi migliorative sono diffuse in modo capillare tra la popolazione) e di chi lo insegue, sostituendo al suo volto un logo con una citazione di J.D. Salinger. Questo qui sotto:

In Flashpoint ci sono anche troppe similitudini: un hacker che minaccia con una pistola dirigenti di una grossa azienda. Ma le cyber-ottiche non esistono, in Flashpoint, quindi il nostro uomo pensa bene di interrompere una convention facendo apparire su un maxischermo questo:

Ora, non so a voi, ma a me non pare proprio che si possa trattare di un caso. Anzi, io dico che è molto voluta come cosa.

Non dico altro per non svelare la trama.

Moonscape in dirittura d’arrivo

Ho già parlato di questo interessantissimo progetto di documentario sulla missione Apollo 11 prodotto dall’eclettico Paolo Attivissimo alla nascita del medesimo. Paolo aveva chiesto, per coprire i costi della produzione, un contributo ai lettori dei suo blog e a chiunque fosse interessato alla cosa; io ho partecipato sia con una piccola donazione sia con il progetto grafico della locandina e del booklet del DVD.

Devo dire che sono molto contento che il progetto sia, finalmente, andato in porto. Lo annuncia lo stesso autore sul suo blog: http://attivissimo.blogspot.com/2011/12/i-primi-minuti-di-moonscape.html pubblicando su Vimeo una succosa anteprima del documentario. Vi rimando al blog per i dettagli tecnici, mentre qui sotto inserisco il video.

Mi pare un ottimo lavoro.

Video Mediaset: guardare la pubblicità in streaming…

Da qualche mese è nato il servizio Video Mediaset, che permette di rivedere in streaming le puntate dei programmi Mediaset.

Questo è quello che il sito pubblicizza, in realtà il servizio permette di guardare le trasmissioni inframmezzate da blocchi di 45 secondi di pubblicità (sempre uguali e che richiedono 20 secondi di download) ogni volta che si cerca di usare la barra di scorrimento del video.
 Bel modo di farci vedere DUE volte la pubblicità. Stando al sito ufficiale Orbit Downloader permette di scaricare i video in Silverlight e vederli senza spot; non ho provato se funziona.

Sempre a proposito di streaming delle TV italiane, oltre all’ottimo sito http://rai.tv (veramente ben fatto, purtroppo richiede Silverlight) esiste anche un sito “indipendente”, TVDream.net che raccoglie le versioni online di numerose reti televisive. Purtroppo TVDream è letteralmente infestato da banner pubblicitari, quindi prima di visitarlo il consiglio è di procurarsi un ad-blocker come l’ottimo AdBlock Plus per Firefox o IE7Pro per Internet Explorer.

Non ruberesti mai un’auto

… ma uno spot lo copieresti sicuramente. 😀

Se andate al cinema vi ricorderete sicuramente questo:

Ebbene ho scoperto che è assolutamente identico a:

Mi piacerebbe molto sapere chi ha copiato da chi, o se banalmente uno dei due spot è stato acquistato e poi tradotto.

Ma dopo la figura barbina dei francesi di Hadopi (di cui si parla su BoingBoing) non sarei poi così stupito dallo scoprire che lo spot antipirateria sia stato … piratato!