Hell’s kitchen – Bistecche alla pizzaiola

Per vari motivi mi son trovato a dover mettere mano ai fornelli, cosa che non avevo quasi mai fatto.

Metterò sul blog delle ricette semplici imparate “sul campo” o prese dai vari libri di cucina che ho “ereditato” in casa. Cominciamo con le……

Bistecche alla pizzaiola

Ingredienti per una/due persone

  • Bistecche di manzo o vitello (ovvio) di medie dimensioni, io ne ho usate una e mezza per una persona, ma io sono carnivoro.
  • 2 cucchiai di olio, preferibilmente di oliva
  • 120 g di passata di pomodoro, il classico sugo in bottiglia va benissimo, tuttavia la ricetta tradizionale prevede 125 g di pomodori pelati
  • 1 spicchio d’aglio sbucciato
  • 1 pizzico abbondante di origano
  • sale
  • pepe

Preparazione

Prendete una padella e metteteci i 2 cucchiai di olio, fatelo riscaldare e poi cuocete le bistecche, facendo attenzione che il fondo di cottura non secchi (va usato insieme al pomodoro dopo!). Cuocetele come meglio preferite, io di solito faccio un minuto per parte.

Ora togliete le bistecche dal fuoco, aggiustate sale e pepe e mettetele in un piatto che terrete in caldo; io uso dei piatti in vetro termico che lascio sul fornello più piccolo al minimo. Non esagerate che non devono cuocere!

Nella padella dove avete cotto le bistecche ora mettete lo spicchio d’aglio, il pomodoro e l’origano. Se usate i pelati, un pizzico di sale e pepe, se invece utilizzate la salsa, va bene così. Fate cuocere per 5 o 6 minuti se usate la salsa, per 10 coi pelati.

Quando siete quasi al termine della cottura, rimettete in padella le bistecche da entrambe le parti per riscaldarle e servite.

 

Buon appetito.

Lasciatemi un commento se vi sono piaciute o meno!

 

Nuovo hosting…

Post di servizio…

E doveva capitare prima o poi. Dal 2006 cliente di Dreamhost, oggi ho dovuto cambiare provider per via del costo, ormai decisamente elevato. Qui, su Site5 pago una quarantina di dollari all’anno di meno.

Per ora non ho di che lamentarmi del servizio, anche perchè alla fine ho su solo un paio di blog e un sito statico digiuno di visite. Prima o poi ci metterò i miei lavori di grafica e altre cosette.

Naturalmente, se questo provider qui non mi convincesse, sego tutto e passo a risorse solo free: tengo il dominio e uso l’ottimo wordpress.com come blog, le foto le lascio su Deviantart (anche se mi secca per via del fatto che possono disporre dei diritti sulle immagini) e su Picasa, e per esigenze di forum mi rivolgo ai numerosi servizi gratuiti.

O potrei decidere di farmi del male e tornare ad Aruba.

Purtroppo su questo hosting ho dovuto rinuciare ad un certo progettino 😉

Basta Facebook!

Stavolta l’addio è definitivo. Primo perchè stavo esagerando col tempo che dedicavo a questo social network. Secondo perchè stava diventando un posto dove non mi faceva più piacere stare. Avete presente no? Come quei locali carini in cui magari si mangia bene ma che mettono su una radio che vi fa schifo, ma che al resto degli avventori piace e quindi non vi potete lamentare. Continua a leggere

Mantova comics & games. Grosso errore.

Vabè ci hanno provato. Tanto Lucca continua ad avere successo, quindi perché non fare una fiera di fumetti e giochi? Perché se la fai in una città dove i mezzi pubblici hanno più linee che a Milano ma orari casuali forse ci va solo chi ha la macchina. Sempre che non si perda.

1 ora (20 minuti di attesa del bus) per capire come arrivare al dannato Palabam. Arrivi e vieni letteralmente aggredito da tre stronzi che vogliono soldi in cambio di una spalla spilla per aiutare non so chi. Solo che la spilla è preconfezionata con tanto di volantino stampato strafigo a 6 colori.. e dare direttamente quei soldi lì in beneficenza no? No, certo, meglio ficcarmi il volantino in mano.
Stavo per rifilargli un calcio negli stinchi…

Se Novegro fumetto era desolatamente vuota, questa roba di Mantova riesce ad esser peggio. 10 minuti e l’ho girata. Corridoi strettissimi tra gli stand, 5 per fila e basta. Niente. Negozio gamestop. Postazione Band Hero  con tre quindicenni ebeti che giocano a livello facile e delle espressioni di vuoto pneumatico sulla faccia. Tutti con l’entusiasmo di chi fa una rettoscopia… ma almeno nel settore giochi c’era gente. Gli incontri con gli autori erano nell’unico posto in cui c’erano sedie, così almeno c’era qualcuno.

Prima e ultima volta.

Troppa carne al fuoco

Eh si, avrei tanti argomenti di cui parlare su questo blog e non so mai decidere da dove iniziare. Solitamente mi vengono in mente articoli che non pubblico perchè sul momento non posso scrivere e passate un paio d’ore me li sono dimenticati.

Prendere appunti sui concetti base ed espandere dopo? Troppa fatica 😀

Comunque, giusto per ricordarmeli (dato che ai mei due lettori non interesseranno), ecco un breve elenco degli argomenti che tratterò prossimamente se non me ne dimentico.

  • World of Warcraft
  • Adunanza
  • Xbox e relativi giochi

Volevo cominciare dall’ultimo ora, ma è tardissimo.

Nuova grafica e digg

Ho cambiato la grafica del blog. Un template preconfezionato, per adesso. Prima o poi mi metterò a disegnarne uno, ma ci vuole un sacco di tempo..

Mi sembra un pò affollato, il precedente, blu, era più arioso… ditemi che ne pensate!

In realtà comunque questo post era per annunciare che il blog da oggi è inserito nel database di digg; per attivare la funzione bisogna mandare un post con un codice nascosto… ed è in questo.

Buona lettura ^^